La prevenzione, in qualsiasi ambito, è l’insieme di azioni tecniche, di atti formativi e informativi, di misure organizzative che si adottano per ridurre i rischi presenti in una sistema (attività lavorative, sociali, relazionali). Con il termine rischio si intende la probabilità che un evento dannoso per le persone o le cose si manifesti. Il risultato ottenuto dalla prevenzione è la sicurezza.

Per ridurre i rischi derivanti dalla violenza a bassa intensità, in particolare la violenza verbale a carico delle donne, è necessario predisporre misure di prevenzione partendo dalla autodifesa verbale, vale a dire da un sistema di tecniche capaci di intercettare sul nascere una azione violenta per disinnescarne gli effetti sfruttando al meglio le possibilità della parola, del tono, del timbro di voce, della sintassi, della postura del corpo.